KinoVarco International Kabaret 2017 #day7

Sabato 9 Settembre 2017 – Chiusura dell’ultima sessione del KinoVarco International Kabaret 2017 (Surprise Session – 48h)

Alle ore 8:30 in punto apre il KinoLab dove si riuniscono tutti i kinoiti partecipanti a questa terza edizione del Kino Kabaret negli spazi del Quid Centro Culturale e inizia ufficialmente l’ultimo giorno sessione “SURPRISE SESSION” di 48 ore e di questo edizione del Kino Kabaret a Roma. Con il primo production meeting ha inizio la fase di progettazione, scambio di idee per la lavorazione dei progetti.

10.00: production meeting

19:00 Consegna dei film

19:30/21:00  Workshop aperto al pubblico “Making music for movies” con Gianluca Misiti (musicista e compositore)

21:30 Proiezione pubblica e party finale per i partecipanti

 

Il Kino Movement è un movimento  internazionale nato in Canada che sostiene lo scambio di saperi, la collaborazione e il networking tra film-makers come rimedio a problematiche  legate alla mancanza di budget, stimolando artisti e cineasti di diversa nazionalità e background a riunirsi periodicamente in laboratori di creazione di cortometraggi, i KinoKabaret. Dal 2000 in tutto il mondo si sono attivate circa 70 cellule ufficiali del Kino Movement e il KinoVarco è la cellula romana di questo movimento.

Nessuno è escluso dal KinoKabaret, le difficoltà tecniche o monetarie non devono costituire ostacolo alla creazione ma uno stimolo alla collaborazione e al problem-solving collettivo. Film-makers e registi, di tutti i livelli, sono  i benvenuti e il desiderio di eccellere e sperimentare è ancora l’unico criterio di partecipazione.

“Fai bene con niente, fai meglio con poco, ma fallo adesso!” è il motto del Kino Movement.

Partecipare al Kino Kabaret è come partecipare ad una jam session, che tu sia protagonista o spettatore.

Non c’è alcuna competizione, solo la passione per il Cinema e la voglia di crescere insieme.

Non si cresce se non attraverso uno scambio. E questo scambio inizia con una riunione di produzione per coordinare e definire i progetti da realizzare nonché la formazione delle troupe (operatori e attori) che poi passeranno il girato ai montatori per la post-produzione e una volta montato verrà proiettato pubblicamente dagli organizzatori. Tutto questo in 48 o 72 ore. Per poi ricominciare, sessione dopo sessione in un turbinio di adrenalina artistica, per vedere il frutto di tante collaborazioni e saperi proveniente da ogni dove proiettato su uno schermo.

 

Event Details